Autorizzazione all'uso dei cookie

Tu sei qui

Il PNSD e il nostro Istituto

Scuola DigitaleCos'è il Piano Nazionale Scuola Digitale

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione del sistema scolastico italiano. È un pilastro fondamentale della legge 107/2015,  è una visione operativa incentrata sulle opportunità dell’educazione digitale. Ha valenza pluriennale.
Contribuisce a “catalizzare” l’impiego di più fonti di risorse a favore dell’innovazione digitale (come fondi europei PON 2014-20 e fondi della stessa legge 107/2015). Intende produrre un impatto capillarmente diffuso in tutto il Paese.
Parte da un’idea rinnovata di scuola, intesa come spazio aperto per l’apprendimento e non unicamente luogo fisico, e come piattaforma che metta gli studenti nelle condizioni di sviluppare le competenze per la vita.
In questo paradigma, le tecnologie diventano, ordinarie, al servizio dell’attività scolastica  e ricongiungono tutti gli ambienti, anche informali.
Gli obiettivi formativi non cambiano. Saranno aggiornati nei contenuti e nei modi, per rispondere alle sfide di un mondo che cambia rapidamente, che richiede sempre di più agilità mentale, competenze trasversali e un ruolo attivo dei giovani. 
Richiede sfide metodologico-didattiche, per i docenti, e sfide organizzative, per i dirigenti scolastici e il personale amministrativo (e anche per quei  mondi che costruiscono o intendono costruire con la scuola esperienze importanti), fornendo al contempo  strumenti per accompagnarle.
La sfida formativa che abbiamo davanti è oggi relativa in primo luogo alla capacità di reperire, comprendere, descrivere, utilizzare, produrre informazione complessa e strutturata, tanto nell’ambito scientifico e tecnologico quanto in quello umanistico e sociale. Il digitale è stato troppo spesso considerato come regno  della frammentazione. Oggi non è più così: la produzione di contenuti digitali diventa sempre più articolata e complessa, e richiede competenze adeguate: competenze logiche e computazionali, competenze tecnologiche e operative, competenze argomentative, semantiche e interpretative.

 

Il PNSD nel nostro Istituto

Alcune delle azioni previste dal PNSD nelle quali il nostro Istituto si sta impegnando:

​Azione #2 - Cablaggio interno di tutti gli spazi delle scuole (LAN/W-Lan)
Il nostro Istituto ha chiesto ed ottenuto il finanziamento per un progetto sostenuti dall'Unione Europea:
Bando PON per l'ampliamento o l’adeguamento delle infrastrutture di rete LAN/WLAN

​Azione #4 - Ambienti per la didattica digitale integrata
Il nostro Istituto ha partecipato al bando ed ottenuto il finanziamento per un progetto sostenuto dall'Unione Europea: Bando PON per la realizzazione di ambienti digitali, grazie al quale abbiamo incrementato di otto unità il kit di Lavagne interettive Multimediali, oltre ad una Document Camera, un PC per la segreteria didattica e due tablet.
Abbiamo inoltre partecipato al bando per gli Atelier Creativi.

Azione #11 - Digitalizzazione amministrativa della scuola. La segreteria ha in atto già da qualche anno l’adozione di gestionali per la dematerializzazione dei documenti.

Azione #12 - Registro elettronico, attivo da vari anni per tutte le scuole dell'Istituto

Azione #17 - Portare il pensiero computazionale a tutta la scuola 
Dall’anno scolastico 2014/15, il Ministero ha promosso “Programma il Futuro” , un percorso dedicato a chi fa i primi passi nel Coding. Occorre espandere tale iniziativa, in un quadro più ampio rivolto allo sviluppo del pensiero computazionale, usando piattaforme e linguaggi diversi, con o senza il computer, adatti a tutti gli ordini e gradi d’istruzione e a tutti gli ambiti disciplinari. 
Le  scuole del nostro Istituto hanno aderito con varie classi, sia nei precedenti anni scolastici ed ancor più in quest'ultimo,  alle iniziative internazionali  "Codeweek" e "’Ora del Codice". Alcuni insegnanti hanno partecipato, coinvolgendo le loro classi, al percorso di formazione "Coding in your class Now!" (UniUrbino). Alcune classi partecipano al concorso Bebras (UniMI)

Azione #20 - Girls in Tech & Science ​Superare gli stereotipi che fanno in modo che siano ancora molto poche le ragazze che intraprendono studi o carriere in ambito tecnico - scientifico. Gli stereotipi non creano solo un danno agli individui che vedono precluse possibili scelte, ma anche alla collettività che non può benificiare di una più ampia varietà di idee e sensibilità nell'ambito dell'innovazione. 

Azione #25 Formazione in servizio per l’innovazione didattica e organizzativa 
Riguarda oltre al Team per l’innovazione formato da tre docenti per ciascun ogni Istituto,   anche i  percorsi di formazione per il personale scolastico  non docente e per
 la formazione di altri dieci docenti selezionati fra quelli che in ogni Istituto si sono  proposti.  Esattamente dieci sono i docenti che nel nostro Istituto hanno spontaneamente avanzato la propria candidatura per  questa azione formativa, rispondendo affermativamente alla comunicazione inviata in concerto dalla Dirigenza e dall'Animatore Digitale a ciascun componente del Collegio dei Docenti,  a seguito alla nota del MIUR n.9924 del 29/7/2016 (Procedura selezione docenti).

Azione #28  Un docente “Animatore Digitale” in ogni Istituto, con funzione di accompagnamento alla realizzazione del Piano. Potrà sviluppare progettualità su tre ambiti:
FORMAZIONE INTERNA: fungere da stimolo alla formazione interna alla scuola sui temi del PNSD, sia organizzando laboratori formativi, sia animando e coordinando la partecipazione della comunità scolastica alle altre attività formative, come ad esempio quelle organizzate attraverso gli snodi formativi;
COINVOLGIMENTO DELLA COMUNITA’ SCOLASTICA: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di workshop e altre attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa;
INDIVIDUARE SOLUZIONI  metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola (l'uso di  strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; un laboratorio di coding per  gli studenti), coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure.  
L’azione #28 prevede uno specifico  percorso di formazione indirizzato agli Animatori Digitali.

 

Il ​Piano triennale  di intervento dell'Animatore Digitale del nostro Istituto

L’Animatore Digitale coordina la diffusione dell’innovazione a scuola e le attività del PNSD, ivi comprese quelle previste nel Piano triennale dell’offerta formativa di Istituto. Si tratta, quindi, di una figura di sistema e non di un supporto tecnico (realizzato da altro personale vedi azione #26 del PNSD). 
L' azione dell'Animatore Digitale si focalizza su tre ambiti (vedi azione #28 sopra riportata): Formazione interna, Coinvolgimento della Comunità Scolastica e Creazione di Soluzioni Innovative.
Coerentemente con ciò l'Animatore Digitale del nostro Istituto propone il seguente Piano di Intervento: 

Anno acolastico 2015/2016

Formazione interna 
  • Conoscere le finalità del PNSD.
  • Somministrazione di un questionario ai docenti per rilevare i bisogni formativi percepiti  in ambito didattico.
  • Formazione nuovi docenti sul registro elettronico
  • Formazione su modalità di documentazione attività didattiche sul giornalino on line
Coinvolgimento della Comunità Scolastica
  • Partecipazione al progetto “Programma il futuro” e all’Ora del Codice da parte di alcune classi della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado
  • Apertura alle famiglie del registro elettronico
  • Condivisione di materiali con gli alunni attraverso il registro elettronico, per alcune classi.
  • Implementazione e sperimentazione in alcune classi della piattaforma GoogleClass.
Creazione di Soluzioni Innovative
  • Partecipazione a bandi  europei PON per
    •   le reti wi-fi
    •   gli Ambienti digitali
    •  gli Atelier creativi

 

Anno acolastico 2016/2017

Formazione interna 
  • Creazione sul sito istituzionale della scuola di uno spazio dedicato al PNSD.
  • Somministrazione di un questionario ai docenti per rilevare le competenze digitali in ambito didattico.
  • Percorsi di formazione per l’uso degli strumenti tecnologici presenti a scuola.
  • Percorsi di formazione base sulle metodologie e sull'uso degli ambienti per la Didattica digitale integrata.
  • Esplorazione di scenari e processi didattici per l’integrazione del mobile, gli ambienti digitali e l’uso di dispositivi individuali a scuola (BYOD).
  • Segnalazione di eventi e opportunità formative in ambito digitale

Coinvolgimento della Comunità Scolastica

  • Partecipazione maggiormente diffusa delle classi dell'Istituto al  progetto “Programma il futuro” e  all’Ora del Codice da parte delle classi della scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado.
  • Partecipazione ad altre gare collegate alle Università per avvicinare i ragazzi al mondo dell'informatica, es Bebras 
  • Diffusione di valide offerte formative elargite da altri Enti accreditati.
  • Aggiornamento  del sito internet della scuola per gli aspetti inerenti l'attuazione delle linee indicate nel PNSD.
  • Produzione di alcuni elaborati multimediali da parte degli alunni, con l’utilizzo di software specifici  online e non, con pubblicazione sul sito.
  • Momenti informativi sugli aspetti salienti del PSND
Creazione di Soluzioni Innovative
  • Accompagnamento per l’attuazione delle reti wi-fi in quattro dei cinque plessi del nostro Istituto  (bando  europeo PON per  le reti wi-fi), raggiungendo la copertura di tutti gli ambienti dell’Istituto.  
  • Accompagnamento per la realizzazione (anche per i "complessi" aspetti burocratico/amministrativi) del bando europeo PON gli “Ambienti aumentati”
  • Ricognizione della dotazione tecnologica dei vari plessi dell’istituto e rilevazione dei bisogni.
  • Selezione e presentazione di Siti dedicati, App, Software e Cloud per la didattica,  Strumenti di condivisione, di Repository,  e Classi virtuali.
  • Opportunità digitali per l’Inclusione
  • Educazione ai media e ai social network.
  • Sviluppo del Pensiero Computazionale. Introduzione al Coding.

 

Anno acolastico 2017/2018

Formazione interna

  • Formazione  sulle metodologie e sull'uso degli ambienti per la Didattica digitale integrata.
  • Formazione per gli studenti e le famiglie sulla cittadinanza digitale.
  • Sperimentazione e diffusione di metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa.
  • Coinvolgimento dei docenti sull’adozione di metodologie didattiche innovative.
Coinvolgimento della Comunità Scolastica
  • Realizzazione di ambienti di apprendimento per la didattica digitale integrata.
  • Promuovere la realizzazione di laboratori per stimolare il pensiero computazionale e la creatività.
  • Implementazione dell’utilizzo di archivi cloud.
  • Implementazione del sito internet della scuola.
  • Produzione di alcuni elaborati multimediali da parte degli alunni, facenti parte di almeno di una classe per ogni corso, con l’utilizzo di software specifici online e non, con pubblicazione sul sito
Creazione di Soluzioni Innovative
  • Iniziare la costruzione di  curricoli verticali per le competenze digitali, soprattutto trasversali o calati nelle discipline
  • Affrontando anche le tematiche di
    • Cittadinanza digitale
    • E-Safety
    • Qualità dell’informazione
    • Copyright
    • Privacy

 

 

Proposta diPercorso di Formazione Interna rivolto ai Docenti

Per identificare i bisogni formativi in ambito digitale dei docenti si è preso in considerazione oltre al PNSD, il Quadro di riferimento delle Competenze per i Docenti sulle TIC dell’UNESCO (rispetto ai tre approcci: Alfabetizzazione tecnologica, Approfondimento della conoscenza e Creazione della conoscenza) e il Syllabus EPICT. Su tali basi alla fine dello scorso anno scolastico (2015/ 2016) è stato formulato e somministrato ai docenti dell'Istituto un questionario che permettesse di ottenere informazioni sul tipo di formazione digitale/didattica di loro interesse. Il risultato ottenuto ha contribuito, assieme alla conoscenza pluriennale dei colleghi, dell'ambiente e delle risorse umane e non, alla scelta delle tematiche attorno cui orientare un primo  percorso di tutoraggio interno al nostro Istituto.

​Per il corrente ed il prossimo anno scolastico, per la formazione interna, si propongono i seguenti workshop: 

      a.s. 2016/17

-  Pensiero computazionale/Coding  
Un primo incontro (20 settembre 2016 h1,5), per sensibilizzare alla tematica e per offrire informazioni sia sul corso on line (MOOC) “Coding in your class Now!”  sia sulla partecipazione all’Iniziativa europea Codeweek (15-23 ottobre 2016)
Un secondo incontro  per una condivisione delle attività svolte nelle varie classi in occasione della Codeweek e per individuare modalità per un approfondimento ed una integrazione nella attività didattica.

- Google App for Education / Classroom: un ambito protetto in cui poter comunicare e condividere materiali con gli studenti, assegnare e raccogliere i compiti, valutare.. h 1,5

Cloud, documenti in condivisione e collaborazione, repository: applicazioni della Suite GoogleApps e cenni ad altre - 1,5 h

- Dal Logo a Scratch - 2h

- Sistema operativo Ubuntu e Suite Libre Office  

- Documentazione attività nel Giornalino on line - marzo 2h 

- Partecipazione  a validi corsi di formazione online (Es Coding in your class Now!)

- Estensione della formazione su Google Classroom e Apps for Education ad alunni e genitori delle classi nelle quali i docenti sceglieranno  di adottare questi strumenti.

- Organizzazione  incontro  anche per alunni e genitori sulla sicurezza internet con  esperti esterni.

 

a.s.  2017/18

Per il prossimo anno scolastico, a partire da settembre,  si propone una panoramica dei seguenti strumenti, o di altri in risposta alle esigenze che si evidenzieranno durante il percorso.

- Piattaforma Fidenia (o Edmodo)

- Ebook

- Video nella didattica

- Moduli di Google

- La LIM nella didattica

- Scratch. Da scratch alla robotica

​Si intende inoltre sottoporre durante l’anno un altro questionario per sondare i bisogni formativi in ambito digitale dei docenti, il cui risultato potrà riorientare glii interventi formativi.

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.

CMS Drupal ver. 7.59